Laurea in Matematica

Scheda del corso

Tipo di laurea Laurea
Anno Accademico 2016/2017
Ordinamento D.M. 270
Codice 8010
Classe di corso L-35 - SCIENZE MATEMATICHE
Anni Attivi I, II e III anno
Modalità di erogazione della didattica Convenzionale
Tipo di accesso Corso a libero accesso con verifica delle conoscenze
Curricula

 

Sede didattica Bologna
Coordinatore del corso Marilena Barnabei
Docenti Elenco dei docenti
Lingua Italiano

Requisiti di accesso e verifica delle conoscenze/preparazione

Requisiti per l'accesso al corso
Per essere ammessi al corso di laurea è necessario il possesso di Diploma di scuola media superiore di durata quinquennale o altro titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto idoneo, nonché di Diploma di scuola media superiore di durata quadriennale e del relativo anno integrativo o, ove non più attivo, del debito formativo assegnato.
E' necessario altresì il possesso delle seguenti conoscenze: una buona cultura generale; capacità di ragionamento logico e di comprensione del testo; una buona conoscenza delle nozioni fondamentali della matematica.
La verifica delle conoscenze richieste avverrà attraverso la valutazione del risultato di un test che sarà somministrato a tutte le matricole. Lo studente avrà superato il test soltanto se conseguirà un punteggio superiore ad una soglia minima che verrà stabilita annualmente e pubblicata nel Portale di Ateneo. Qualora la verifica non sia positiva allo studente verrà assegnato un obbligo formativo aggiuntivo (OFA) che potrà colmare sostenendo nuovamente il test dopo aver seguito attività di recupero organizzate dalla Scuola mediante anche piattaforma E-learning. Tale OFA dovrà essere soddisfatto nel primo anno di corso e comunque entro i termini stabiliti dall'Ateneo.
Qualora lo studente abbia sostenuto almeno uno degli esami previsti dal piano di studio del primo anno di corso, e che comporti una votazione in trentesimi, l'OFA si considera comunque assolto.
Gli studenti che non supereranno l'obbligo formativo entro la scadenza prevista, saranno iscritti all'A.A. successivo come ripetenti al 1° anno di corso, e, entro tale anno, dovranno ripetere la procedura prevista per il superamento dell'OFA.
Gli studenti già in possesso di un titolo di laurea o di diploma universitario, potranno iscriversi al corso di laurea senza doversi sottoporre ad una prova di verifica delle conoscenze. Gli studenti che si iscrivono a corsi di laurea a seguito di rinuncia, decadenza, opzione da previgenti ordinamenti, passaggio da altro corso di studio dell'Università di Bologna, trasferimento da altro Ateneo, potranno farlo senza doversi sottoporre ad una prova di verifica delle conoscenze qualora sia stato loro riconosciuto almeno un esame che comporti una votazione in trentesimi o abbiano già superato il test nazionale di accesso ai Corsi di Laurea della Scuola di Scienze.
Per gli studenti stranieri la prova di verifica delle conoscenze potrà avvenire anche sulla base della valutazione del curriculum. L'eventuale esito negativo della verifica comporta l'assegnazione dell'OFA che gli studenti dovranno soddisfare secondo le stesse modalità con le quali l'OFA viene assegnato a tutti gli altri studenti, nel primo anno di corso entro i termini stabiliti dall'Ateneo.

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

Il Corso di Laurea, rispondendo alle indicazioni contenute nel decreto istitutivo della Classe delle Lauree nelle Scienze Matematiche, coniuga le esperienze di rinnovamento della didattica già in sperimentazione nell'attuale Corso di Laurea in Matematica, le aspettative del mondo del lavoro come si sono manifestate nell'esperienza dei laureati in Matematica dell'Università di Bologna, le risorse materiali e umane disponibili nel nostro Ateneo. La proposta cerca di cogliere l'occasione del riordino per attuare un processo di rinnovamento nell'insegnamento della Matematica, sia per assolvere al ruolo di formazione di giovani ricercatori, di futuri insegnanti (dopo che i laureati hanno completato il processo di abilitazione all'insegnamento e superato i concorsi previsti dalla normativa vigente) e di divulgatori scientifici, sia per rispondere alla richiesta di personale con adeguate e solide conoscenze matematiche che emerge in modo crescente in enti di ricerca pubblici e privati, nell'industria, nel mondo bancario, assicurativo e finanziario e più generalmente dal settore dei servizi ad alto contenuto tecnologico. La nuova progettazione del corso di laurea tende a rafforzare la caratteristica dei laureati in matematica maggiormente apprezzata dal mercato del lavoro: la capacità di sintesi e di astrazione con conseguente capacità di proporre soluzioni innovative dei problemi, accompagnata da elevate abilità informatiche e computazionali. Per dotare il laureato in Matematica delle caratteristiche suddette, la laurea in Matematica:
- comprende attivita' formative finalizzate ad acquisire conoscenze fondamentali dell'Algebra, dell'Analisi Matematica, della Geometria, della Fisica Matematica, dell'Analisi Numerica, dell'Informatica e della Fisica Generale;
- consente la scelta, e ne dispone l'attivazione, di attivita' formative atte ad acquisire le conoscenze di base della Statistica Matematica, della Logica Matematica, della Ricerca Operativa;ù
- prevede attività di laboratorio informatico e matematico-computazionale e l'acquisizione della conoscenza della lingua inglese.

Risultati di apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: AMBITO TEORICO
Il laureato:
- conosce le basi dell’algebra, in particolare le strutture algebriche fondamentali;
- conosce le basi dell’analisi matematica (calcolo differenziale e integrale per le funzioni di una o più variabili reali) e alcuni strumenti di analisi avanzata (trasformata di Fourier, spazi di Hilbert e di Banach);
- conosce le basi dell’algebra lineare, della geometria analitica elementare, della topologia, della geometria differenziale delle curve e delle superficie dello spazio, della teoria delle funzioni di una variabile complessa.

AREA DI APPRENDIMENTO: AMBITO MODELLISTICO-APPLICATIVO
Il laureato:
- conosce i fondamenti sul moto dei sistemi meccanici e i metodi più generali della meccanica classica;
- sa risolvere problemi di moto libero e vincolato;
- conosce il nucleo di base dei problemi fondamentali del Calcolo Scientifico;
- possiede le basi della teoria della probabilità e della statistica matematica.

AREA DI APPRENDIMENTO: AMBITO FISICO - INFORMATICO
Il laureato:
- ha le conoscenze di base dell’informatica e dei linguaggi di programmazione;
- conosce le nozioni di misura in fisica classica e le modalità di presentazione dei risultati sperimentali;
- conosce i principali programmi per l’elaborazione di testi matematici;
- conosce i fondamenti della termodinamica classica e dell’elettromagnetismo.


CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: AMBITO TEORICO
Il laureato:
- ha padronanza del linguaggio e del ragionamento matematico;
- ha sviluppato capacità di analisi e di sintesi che gli permettono di applicare le conoscenze matematiche acquisite alle altre discipline;
- sa formalizzare matematicamente e risolvere semplici problemi posti dalle scienze applicate;
- possiede autonomia di giudizio per verificare la correttezza della formalizzazione matematica di semplici problemi;
- possiede abilità di apprendimento e un elevato standard di conoscenza e competenza, che gli permettono l’accesso alle lezioni di ambito teorico dei corsi di laurea di secondo livello.

AREA DI APPRENDIMENTO: AMBITO MODELLISTICO-APPLICATIVO
Il laureato:
- sa utilizzare le competenze acquisite per costruire i modelli matematici necessari per impostare e risolvere semplici problemi provenienti dalle scienze applicate, anche attraverso l’utilizzo del calcolatore;
- sa raccogliere e interpretare rilevanti dati scientifici;
- sa presentare argomentazioni e materiali scientifici;
- ha autonomia di giudizio e spirito critico in relazione alle soluzioni analitiche dei problemi meccanici;
- possiede abilità di apprendimento e un elevato standard di conoscenza e competenza, che gli permettono l’accesso alle lezioni di ambito modellistico-applicativo dei corsi di laurea di secondo livello;
- sa analizzare i principali metodi numerici al calcolatore utilizzando le conoscenze acquisite per progettare autonomamente algoritmi e strutture dati;
- sa lavorare autonomamente e inserirsi in gruppi di lavoro.

AREA DI APPRENDIMENTO: AMBITO FISICO - INFORMATICO
Il laureato:
- sa progettare autonomamente algoritmi e strutture dati;
- sa utilizzare software libero per il calcolo simbolico e scientifico;
- sa lavorare autonomamente e inserirsi in gruppi di lavoro formati da laureati di varie discipline tecnico-scientifiche;
- sa risolvere problemi semplici connessi con gli ambiti della fisica e dell’informatica;
- sa analizzare informazioni relative alle diverse fenomenologie della termodinamica e ai fenomeni elettromagnetici.


AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)

Il laureato in Matematica:
- possiede autonomia di giudizio in riferimento a soluzioni matematiche per affrontare un problema;
- possiede spirito critico e abilità generiche nel contesto della matematica, applicabili in molti contesti;
- ha la capacità di raccogliere ed interpretare rilevanti dati scientifici;
- possiede capacità di analisi e di sintesi (in senso generale);
- è capace di raccogliere e analizzare informazioni da fonti diverse.
Il metodo logico-deduttivo, comune a tutti gli insegnamenti matematici, la critica delle motivazioni e l'analisi dei vari modelli delle scienze teoriche e applicate, fanno solidamente acquisire al laureato in Matematica tutte le capacita' sopraelencate.
Le attività di esercitazione e di laboratorio offrono allo studente le occasioni per sviluppare in modo autonomo le proprie capacità decisionali e di giudizio.


ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)

Il laureato in Matematica:
- sa presentare materiali e argomentazioni scientifiche, in lingua italiana, oralmente o per iscritto, in modo chiaro e comprensibile;
- è capace di usare una lingua dell'Unione Europea, in aggiunta all'italiano, nell'ambito delle attività e dei rapporti professionali;
- è capace di lavorare in modo autonomo, ma anche di inserirsi in un gruppo di lavoro;
- è capace di inserirsi prontamente negli ambienti di lavoro.
Le sopraelencate abilità sono conseguite attraverso un insegnamento interattivo: lo studente di Matematica verifica costantemente le proprie conoscenze, lavorando in modo autonomo o in collaborazione nell'ambito di piccoli gruppi di lavoro, su semplici problemi nuovi proposti durante le esercitazioni, sia frontali che di laboratorio.
Per il raggiungimento di tali abilità sono previste ampie modalità di verifica, discussione di elaborati scritti anche mediante l'ausilio di strumenti multimediali e presentazioni al computer, seminari su specifiche tematiche. La prova finale inoltre offre allo studente un'ulteriore opportunità di approfondimento e di verifica delle capacità di analisi, elaborazione e comunicazione del lavoro svolto.


CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)

Il laureato in Matematica:
- possiede abilità di apprendimento e un elevato standard di conoscenza e competenza, tale da permettere l'accesso alle lezioni o ai programmi dei corsi di laurea del secondo ciclo;
- possiede adeguate capacità di sviluppo e approfondimento di ulteriori competenze con riferimento all'area Matematica e ai moderni strumenti informatici e del calcolo scientifico.
Ad ogni studente vengono offerti gli strumenti per sviluppare una capacità di apprendiemento sufficiente ad intraprendere studi di livello superiore (laurea magistrale, master). Durante il corso di studio la suddivisione delle ore di lavoro complessive, che attribuisce un forte rilievo a quelle dedicate allo studio personale, offre allo studente la possibilità di verificare e migiliorare continuamente la propria capacità di apprendimento. Ad un analogo obiettivo mira il rigore metodologico degli insegnamenti, rivolto allo svilppo di quei ragionamenti logici che, a seguito di precise ipotesi, portano alla conseguente dimostrazione di una tesi.

Mobilità internazionale

Per periodi di formazione all'estero e mobilità internazionale degli studenti il Corso di Studio si avvale della collaborazione dell'Unità di Servizio Didattico (USD) dell'Area Scientifica e dei referenti di vari progetti Erasmus della Scuola stessa.
Servizio mobilità studentesca internazionale

Prova finale

Modalità di svolgimento della prova finale
La prova finale consiste nella verifica della capacità del laureando di esporre e di discutere con chiarezza e padronanza i risultati di un progetto scientifico o di un proprio elaborato connesso con una attività di documentazione e di approfondimento relativamente a risultati già presenti nella letteratura scientifica.

Accesso a ulteriori studi

Dà accesso agli studi di secondo ciclo (laurea specialistica/magistrale) e master universitario di primo livello.

Sbocchi occupazionali

PROFILO PROFESSIONALE:
Esperto matematico

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Per acquisire maggiore autonomia e maggiori livelli di responsabilità nello svolgimento di alcune delle attività e funzioni elencate è necessario acquisire ulteriori competenze mediante la laurea magistrale.

Principali funzioni
a. Applica le conoscenze matematiche acquisite a problemi diversi di tipo tecnologico, scientifico, economico-finanziario, elaborandone il modello matematico e sviluppando il software necessario.
b. Identifica più soluzioni matematiche per risolvere un problema.
c. Interpreta i bisogni del cliente (interno ed esterno), traducendoli in linguaggio matematico, anche utilizzando la conoscenza dei moderni strumenti informatici e del calcolo scientifico.
d. Svolge attività di divulgazione scientifica con particolare riguardo alla matematica.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
- Creatività e doti di intuizione ed analisi.
- Capacità progettuali e di pianificazione.
- Capacità di comunicazione per favorire una buona divulgazione delle discipline matematiche.
- Dimestichezza nell’utilizzo di software scientifico, in particolare di tipo matematico e statistico.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- Banche e Assicurazioni.
- Borse e Mercati.
- Società di consulenza.
- Società di sondaggi.
- Società di gestione dati.
- Società di Sviluppo Software.
- Settore dell’informazione; gestione del web.
- Logistica e gestione della produzione.
- Editoria e Comunicazione scientifica.
- Settore dei servizi.
- Marketing e gestione commerciale.
- Controllo di gestione.


Parere delle parti sociali


ORGANO O SOGGETTO ACCADEMICO CHE EFFETTUA LA CONSULTAZIONE
Consultazione del 29/10/2013 (Ultima consultazione)
Commissione QA del CdS: Prof.Emanuela Caliceti (Coordinatore del Corso di Studio), Dott. Andrea Bonfiglioli, Prof. Marco Lenci, Prof.Mirella Manaresi.

Consultazioni precedenti
Presidente del CdS e Docenti del Corso coinvolti nella valutazione della qualità.


ORGANIZZAZIONI CONSULTATE O DIRETTAMENTE O TRAMITE DOCUMENTI E STUDI DI SETTORE
Consultazione del 29/10/2013 (Ultima consultazione)
a. Maître de Conférences - Université Paris 7
b. Maître de Conférences - Université D'Aix-Marseille
c. Ricercatore - Magneti Marelli
d. Responsabile Gruppo di lavoro per i controlli di qualità sulle macchine – GD Bologna
e. Capo Progetto Tecnico - Coop Adriatica
f. Ricercatore a tempo determinato – Università di Torino
g. Research Assistant Professor - University of Illinois, Urbana-Champaign h. Ricercatore – Università di Padova
i. Postdoctoral Research Assistant Professor - University of Utah (Salt Lake City (UT), USA)
j. Area Clienti – Noemalife
k. Senior Manager – Prometeia

Consultazioni precedenti
La lista completa di aziende ed enti consultati è presente nella tabella sintetica allegata.


MODALITA' E CADENZA DI STUDI E CONSULTAZIONI
Il 29/10/2013 la Commissione QA del CdS ha individuato le organizzazioni da consultare sia scegliendo fra soggetti già contattati in occasione di precedenti consultazioni, sia individuando nuovi laureati in matematica entrati nel mondo del lavoro più recentemente. Contestualmente la Commissione ha elaborato un questionario da sottoporre ai soggetti selezionati, in cui è stato chiesto di valutare l'adeguatezza del progetto formativo e la sua coerenza con le figure professionali individuate, nonché la rispondenza di queste ultime alle esigenze delle organizzazioni contattate. Il questionario è stato inviato via mail il giorno stesso.
I soggetti contattati hanno comunicato le loro risposte al questionario o via mail o via skype. Nel ritenere che la figura professionale di "Esperto Matematico" individuata sia rispondente alle esigenze del proprio settore professionale, le parti sociali consultate hanno valutato il progetto formativo del corso di studio complessivamente adeguato alla formazione di tale figura. Nel contempo hanno fornito alcune indicazioni atte a potenziare gli aspetti applicativi del piano didattico, anche aumentando le ore di esercitazioni, in modo da consentire ai laureati che non proseguono gli studi con la laurea magistrale di essere più attraenti per l'industria.
Pur confermando che l'obiettivo formativo principale del CdS è quello di fornire al laureato solide basi per l'accesso alla Laurea Magistrale in Matematica, la Commissione QA ritiene pertinenti le osservazioni delle parti consultate. Per dare seguito a tali indicazioni non sarà necessaria una revisione del piano didattico, in quanto i principali suggerimenti ricevuti corrispondono ad azioni di recente intraprese dal CdS sia per un miglioramento della qualità dell'offerta formativa sia per un potenziamento del placement.
Dalla precedente consultazione, avvenuta il 23/10/2007, erano emerse le seguenti osservazioni:
1) il corso di Laurea in Matematica sviluppa l'attitudine al ragionamento e, attraverso le numerose attività a carattere teorico, stimola l'attitudine a risolvere problemi, a lavorare in equipe, a interfacciarsi con formazioni diverse;
2) la parte più carente della formazione fornita dal CdS è quella riguardante la statistica matematica. Per colmare tale lacuna è stato inserito nel piano didattico un insegnamento opzionale sui contenuti di base di tale disciplina.
L'attuale consultazione è stata svolta prevalentemente a scopo di aggiornamento, anche se in questi anni si sono mantenuti contatti costanti con le parti sociali attraverso l'organizzazione del ciclo di Seminari "Professione Matematico".


DOCUMENTAZIONE
Consultazione del 29/10/2013 (Ultima consultazione)
Per la consultazione è stato utilizzato il questionario predisposto dalla Commissione QA del CdS che è conservato presso la Segreteria Didattica del Dipartimento di Matematica assieme alle risposte pervenute via mail e ai verbali della consultazione redatti.

Consultazioni precedenti
Il materiale è conservato presso la Segreteria Didattica del Dipartimento di Matematica.

Contatti e recapiti utili

Segreteria Didattica
Dott.ssa Alice Barbieri
Dipartimento di Matematica
Piazza Porta San Donato 5
40126 Bologna
Tel. 051 2094852
mail: a.barbieri@unibo.it

Tutor del Corso di Studio

Lorenzo Premi