Laurea in Ingegneria e scienze informatiche

Scheda del corso

Tipo di laurea Laurea
Anno Accademico 2016/2017
Ordinamento D.M. 270
Codice 8615
Classe di corso L-8 - INGEGNERIA DELL'INFORMAZIONE
L-31 - SCIENZE E TECNOLOGIE INFORMATICHE
Anni Attivi I, II e III anno
Modalità di erogazione della didattica Convenzionale
Tipo di accesso Numero programmato
Curricula

Curriculum: Scienze e tecnologie informatiche

Curriculum: Ingegneria informatica

Sede didattica Cesena
Coordinatore del corso Vittorio Maniezzo
Docenti Elenco dei docenti
Lingua Italiano

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

Il raggiungimento degli obiettivi qualificanti specificati dal decreto sulle classi è ottenuto attraverso un percorso didattico finalizzato alla formazione di laureati contraddistinti sia da una solida preparazione teorica, tecnologica e metodologica, sia da peculiari competenze operative derivanti da mirate attività progettuali che costituiscono parte integrante dell'iter formativo. A questo scopo lo studente è guidato nel processo di apprendimento delle problematiche, dei modelli di riferimento e dei metodi che contraddistinguono la modellazione e la progettazione dei moderni sistemi di elaborazione dell'informazione, nonché delle tecnologie più avanzate disponibili per una loro concreta applicazione. Particolare enfasi è rivolta all'organico inquadramento dei principi fondazionali, all'esemplificazione degli approcci metodologici, alla presentazione degli ambienti e degli strumenti che congiuntamente supportano, in una visione sistemistica, la progettazione del software, dei sistemi operativi, dei sistemi informativi, delle reti di calcolatori, delle infrastrutture web e delle architetture computazionali. Le competenze specifiche nel settore sono integrate da solide basi fisico-matematiche e da conoscenze interdisciplinari riguardanti altri ambiti caratterizzanti. Completa la formazione del laureato la conoscenza della lingua inglese a livello B1. Possono essere previste sia l'acquisizione delle quattro abilità linguistiche (lettura, scrittura, ascolto, e dialogo) sia la frequenza vincolata delle lezioni, secondo criteri che verranno specificati in itinere dal corso di studi, in coerenza alle prescrizioni degli Organi accademici.
Complessivamente, il corso di laurea fornisce le competenze teorico-pratiche relative alle principali aree dell'informatica. Rappresentano specifici obiettivi formativi l'apprendimento delle tecniche di programmazione e di progettazione dei sistemi informatici, la conoscenza delle principali tecnologie hardware e software e dei sistemi di rete. A queste conoscenze di base si aggiungono poi conoscenze approfondite e professionalizzanti in specifici settori dell'informatica che possano permettergli l'ingresso diretto nel mondo del lavoro. Il raggiungimento di questi obiettivi richiede di acquisire preventivamente una cultura scientifica di base nonché un metodo di analisi e di studio scientifici che permettano, allo studente prima e al laureato poi, di costruire autonomamente nuove conoscenze al fine di adeguarsi all'evoluzione della disciplina e di utilizzare metodi innovativi e attrezzature complesse.
Il laureato possiede:
- un ampio spettro di conoscenze e competenze nei vari settori dell'informatica mirate al loro utilizzo nella progettazione, sviluppo e gestione di reti e sistemi informatici, indipendentemente dallo specifico dominio applicativo;
- adeguata padronanza degli strumenti matematici necessari per la modellazione formale, l'analisi, la valutazione, la progettazione e la realizzazione di sistemi;
- capacità di assimilare con un certo grado di autonomia alcuni temi d'avanguardia nel proprio campo di studi;
- capacità di ideare e sostenere argomentazioni sia nell'ambito del lavoro di gruppo, sia nell'ambito del lavoro individuale;
- capacità di raccogliere ed interpretare i dati sperimentali al fine di valutare l'efficacia e l'efficienza di sistemi informatici;
- capacità di utilizzare efficacemente, in forma scritta e orale, la lingua inglese, in aggiunta all'italiano, sia nell'ambito specifico di competenza sia per lo scambio di informazioni generali;
- capacità di effettuare ricerche bibliografiche anche avvalendosi di banche dati e di reti informatiche;
- competenze necessarie per intraprendere studi successivi con un alto grado di autonomia;
Per dotare il laureato delle caratteristiche suddette, il corso di studi prevede:
- attività formative finalizzate ad acquisire conoscenze matematiche di base, oltre a conoscenze fondamentali sulle principali aree dell'informatica (tra le quali linguaggi di programmazione, algoritmi, sistemi operativi, basi di dati e sistemi informativi);
- attività progettuali e di laboratorio mirate ad acquisire la conoscenza dei metodi di programmazione;
- attività per fornire conoscenze di base della lingua inglese.

Risultati di apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: FONDAMENTI MATEMATICI E FISICI
Il laureato:
- conosce i principi della geometria e dell’algebra lineare
- conosce il calcolo differenziale ed integrale e i fondamenti del calcolo delle probabilità e della statistica matematica;
- conosce i principi del calcolo numerico, come l’errore, l’interpolazione, l’integrazione numerica;
- conosce i principi della fisica di base e della meccanica;

Le conoscenze sopraelencate sono conseguite tramite la partecipazione alle lezioni frontali, alle esercitazioni e ai laboratori, lo studio personale guidato e quello indipendente, previste dalle attività formative attivate in particolare nell'ambito dei settori disciplinari MAT/02, MAT/05, MAT/08 e FIS/01.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene attraverso elaborati scritti e/o colloqui.

AREA DI APPRENDIMENTO: ANALISI E PROGETTAZIONE DEL SOFTWARE
Il laureato:
- conosce i principi, gli strumenti e le tecniche di programmazione di applicazioni informatiche;
- conosce le architetture dei calcolatori e i sistemi operativi;
- conosce i principi, la struttura, le tecniche di analisi dei linguaggi di programmazione, sia imperativi che orientati ad oggetti;
- conosce le tecniche di progettazione e di analisi delle prestazioni di algoritmi.
- conosce le tecniche di progettazione di basi di dati
- conosce le tecniche di programmazione in ambito web e reti

Le conoscenze sopraelencate sono conseguite tramite la partecipazione alle lezioni frontali, alle esercitazioni e ai laboratori, lo studio personale guidato e quello indipendente, previste dalle attività formative attivate in particolare nell'ambito dei settori disciplinari INF/01 e ING-INF/05.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso elaborati scritti e/o colloqui.

AREA DI APPRENDIMENTO: AMMINISTRAZIONE DI SISTEMI INFORMATICI
Il laureato:
- conosce l’architettura di base di un calcolatore e delle sue periferiche;
- conosce la logica digitale, i principali circuiti combinatori e sequenziali e i fondamenti del controllo automatico di sistemi;
- conosce ed utilizza i principali sistemi operativi (proprietari ed open source);
- conosce i principi di funzionamento delle reti di calcolatori, i protocolli di comunicazione (incluso TCP/IP), e l’architettura di internet;
- conosce il modello relazionale dei dati ed i principali costrutti del linguaggio SQL;
- conosce i principi di gestione e di ottimizzazione di un DBMS;
- conosce le tecnologie più importanti utilizzate in ambito World Wide Web;
- è capace di valutare il rapporto costo/benefici derivante
dall'integrazione di componenti, apparati e sistemi innovativi nel contesto delle applicazioni informatiche;

Le conoscenze sopraelencate sono conseguite tramite la partecipazione alle lezioni frontali, alle esercitazioni e ai laboratori, lo studio personale guidato e quello indipendente, previste dalle attività formative attivate in particolare nell'ambito dei settori disciplinari INF/01 e ING-INF/05.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso elaborati scritti e/o colloqui.


CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: FONDAMENTI MATEMATICI E FISICI
Il laureato:
- è in grado di utilizzare gli strumenti matematici per lo studio di altre discipline
- è in grado di comprendere i concetti di probabilità e statistica per lo studio di altre discipline
- è in grado di eseguire applicazioni del calcolo differenziale e integrale per funzioni di una variabile;
- è in grado di risolvere sistemi lineari;
- è in grado di risolvere semplici problemi di calcolo numerico e scientifico;

Le verifiche del sufficiente raggiungimento di tali capacità (tramite esami scritti e/o orali, relazioni, esercitazioni, laboratori) prevedono lo svolgimento di specifici compiti in cui lo studente dimostra la padronanza di strumenti, metodologie e autonomia critica.

AREA DI APPRENDIMENTO: ANALISI E PROGETTAZIONE DEL SOFTWARE
Il laureato:
- è in grado di risolvere un problema attraverso la progettazione di un algoritmo e la successiva codifica in un linguaggio di programmazione;
- è in grado di programmare in linguaggi di programmazione imperativi (come il C e l'Assembly Language) e orientati agli oggetti (come Java, C++ e C#);
- è in grado di discernere tra problemi computazionali risolvibili velocemente, non risolvibili velocemente o non risolvibili affatto;
- conosce le principali tecniche di programmazione in ambito web, reti di calcolatori, sistemi mobili e sistemi embedded;
- conosce i sistemi operativi ed i principi della programmazione concorrente, ed è in grado di utilizzare tale conoscenza per lo sviluppo di applicazioni strutturate in termini di processi cooperanti;
- conosce gli aspetti organizzativi e progettuali dei sistemi informativi, ed è in grado di applicare tale conoscenza per realizzare, interrogare e gestire basi di dati di media complessità;

Il raggiungimento delle capacità sopraelencate avviene, nell'ambito delle attività caratterizzanti, tramite la riflessione critica sui testi proposti per lo studio individuale, sollecitata dalle attività in aula, dallo svolgimento di esercitazioni, di attività di laboratorio e dallo svolgimento di progetti individuali e/o di gruppo.
Le verifiche del sufficiente raggiungimento di tali capacità (tramite esami scritti e/o orali, relazioni, esercitazioni, laboratori) prevedono lo svolgimento di specifici compiti in cui lo studente dimostra la padronanza di strumenti, metodologie e autonomia critica.

AREA DI APPRENDIMENTO: AMMINISTRAZIONE DI SISTEMI INFORMATICI
Il laureato:
- è in grado di installare e configurare sistemi di calcolo e relative periferiche;
- è in grado di installare, configurare e manutenere infrastrutture informatiche composte da più server (fisici e virtuali);
- è in grado di installare, programmare e amministrare un sistema operativo;
- è in grado progettare e gestire infrastrutture di rete progettandone politiche di sicurezza di base, sistemi di controllo del traffico e sistemi ad elevato livello di sicurezza;
- è in grado di configurare e amministrare basi di dati;
- è in grado di configurare e gestire siti e applicazioni web.

Il raggiungimento delle capacità sopraelencate avviene, nell'ambito delle attività caratterizzanti, tramite la riflessione critica sui testi proposti per lo studio individuale, sollecitata dalle attività in aula, dallo svolgimento di esercitazioni, di attività di laboratorio e dallo svolgimento di progetti individuali e/o di gruppo.
Le verifiche del sufficiente raggiungimento di tali capacità (tramite esami scritti e/o orali, relazioni, esercitazioni) prevedono lo svolgimento di specifici compiti in cui lo studente dimostra la padronanza di strumenti, metodologie e autonomia critica.


AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)

Il laureato:
- ha capacità di discernimento/giudizio/valutazione delle tecnologie informatiche innovative di medio e lungo termine;
- ha capacità di analisi e di sintesi (in senso generale);
- possiede abilità logico deduttive generiche non legate direttamente al contesto informatico (capacità di ragionamento).
- è capace di identificare, formulare e risolvere problematiche correlate alla progettazione, alla gestione, all'adeguamento delle funzionalità di sistemi e applicazioni informatiche;
- è capace di espletare il collaudo, condurre prove sperimentali, valutare le prestazioni delle infrastrutture hardware/software di sistemi informatici, e di stabilirne il grado di conformità alle specifiche di progetto interpretando i risultati ottenuti;
- è capace di focalizzare i contributi essenziali di relazioni tecniche presentate o redatte da interlocutori, e di estrapolare da essi gli aspetti qualificanti ed innovativi;
- è capace di comprendere articoli pubblicati nella letteratura tecnico/scientifica;
- è capace di reperire e consultare, anche via web, le principali fonti bibliografiche, le proposte di standardizzazione emergenti a livello nazionale o internazionale, la normativa riguardante la certificazione di prodotti e sistemi di interesse industriale.
Al raggiungimento dei risultati sopra elencati contribuiscono le attività di esercitazione e di laboratorio, nonché gli elaborati personali e i progetti di gruppo, e la prova finale, che offrono allo studente le occasioni per sviluppare in modo autonomo le proprie capacità decisionali e di giudizio. Esse permettono di acquisire la capacità di reperire e vagliare fonti di informazione, dati, letterature. La verifica dell'acquisizione dell'autonomia di giudizio avviene tramite la valutazione finale dei singoli insegnamenti, in particolare di quelli che prevedono un'attività progettuale.


ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)

Il laureato:
- possiede abilità nella comunicazione, in forma orale e scritta, informazioni, idee, problemi e soluzioni di tipo scientifico;
- sa presentare materiali e argomentazioni, in forma orale e scritta, nella propria lingua ed in inglese nell'ambito delle attività e dei rapporti professionali;
- è in grado di interagire con altre persone e di condurre attività in collaborazione;
- possiede una buona predisposizione al lavoro di gruppo;

Le abilità comunicative sono sviluppate in occasione delle attività formative caratterizzanti che prevedono la preparazione di relazioni orali e documenti scritti, la partecipazione a gruppi di lavoro nei progetti, l'esposizione orale dei medesimi e le relative prove di verifica. L'acquisizione delle abilità sopraelencate è prevista inoltre tramite la redazione della prova finale e la discussione della medesima.

Per tali abilità sono previste ampie modalità di verifica, colloqui, discussione dei progetti, anche mediante l'ausilio di strumenti multimediali e presentazioni al computer.

La lingua inglese di livello B1 viene appresa tramite attività formative in e-learning.
Potranno essere previste sia l'acquisizione delle quattro abilità linguistiche (lettura, scrittura, ascolto, e dialogo) sia la frequenza vincolata delle lezioni, secondo criteri che verranno specificati in itinere dal corso di studi, in coerenza alle prescrizioni degli Organi accademici.


CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)

Il laureato:
- ha propensione all'aggiornamento costante sugli strumenti informatici disponibili;
- è capace di mantenersi aggiornato su metodi, tecniche e strumenti orientati all'analisi dei requisiti, alla modellazione e progettazione, al collaudo e messa a punto, all'ottimizzazione delle prestazioni di sistemi e applicazioni informatiche;
- è in grado di lavorare autonomamente, di seguire l'evoluzione delle tecnologie informatiche, e di identificare nuove necessità di informazione e formazione;
- è capace di intraprendere studi più avanzati in ogni settore dell'informatica e dell'ingegneria informatica con un elevato grado di autonomia.
Le capacità di apprendimento sono conseguite nel percorso di studio nel suo complesso, con riguardo in particolare allo studio individuale previsto, alla preparazione di progetti individuali e all'attività svolta per la preparazione della prova finale.
La capacità di apprendimento viene accertata attraverso forme di verifica continua durante le attività formative, valutando altresì la capacità di rispettare le scadenze, richiedendo la presentazione di dati reperiti autonomamente, mediante l'attività di tutorato nello svolgimento di progetti e mediante la valutazione della capacità di autoapprendimento maturata durante la preparazione della prova finale.

Attività tirocinio

Il piano di studi prevede un'attività di tirocinio di 6 crediti.

Mobilità internazionale

Per periodi di formazione all'estero e mobilità internazionale degli studenti il Corso di Studio si avvale della collaborazione dell'Unità di Servizio Didattico (USD) dell'Area Scientifica e dei referenti di vari progetti Erasmus della Scuola stessa:
Servizio mobilità studentesca internazionale

Prova finale

Modalità di svolgimento della prova finale
La prova finale consiste nella verifica della capacità del laureando di esporre e di discutere con chiarezza e padronanza un elaborato con contenuti originali che rappresenti o i risultati di un progetto di ricerca, o connesso ad un'attività di laboratorio o all'approfondimento di uno specifico tema.
Con la discussione il laureando dimostra la capacità di lavorare in modo autonomo, la sua padronanza degli strumenti culturali propri dell'informatica e la sua capacità di comunicazione. L'elaborato verte su un argomento coerente con gli obiettivi formativi del Corso di studio. La discussione è pubblica ed è sostenuta di fronte alla Commissione di Laurea.
Lo studente sceglie l'argomento dell'elaborato finale di laurea, di norma, in un settore scientifico disciplinare tra quelli previsti dal Piano Didattico del Corso di Studio, e ne concorda lo svolgimento con un relatore, che di norma è docente della Struttura didattica responsabile. Eventuali ulteriori dettagli sulle modalità di assegnazione dell'argomento dell'elaborato, sullo svolgimento delle relative attività, nonché sulla definizione di relatore possono essere precisati dal Consiglio di Corso di studio.
La Commissione per la prova finale è nominata dal Consiglio di Corso di Studio, con le modalità e nella composizione previste dal Regolamento Didattico di Ateneo

Accesso a ulteriori studi

Dà accesso agli studi di secondo ciclo (laurea specialistica / magistrale) e master universitario di primo livello.

Sbocchi occupazionali

PROFILO PROFESSIONALE:
Analista, Progettista e Programmatore di Software

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
L'Analista, progettista e programmatore di software è generalmente incaricato dell'analisi, progettazione e sviluppo di nuove applicazioni informatiche e/o dell'evoluzione di applicazioni software esistenti. La sua collocazione naturale è in aziende del settore ICT che producono software e applicazioni e in aziende dotate di un centro elaborazione dati interno, ma più in generale trova collocazione ideale in tutte le aziende che devono gestire dati attraverso strumenti/procedure di tipo informatico.
La figura professionale in oggetto si occupa di:
- sviluppare applicazioni che operano su architetture complesse;
- progettare sistemi informativi e database di media complessità;
- sviluppare applicazioni basate sulle tecnologie e i linguaggi legati al mondo web;
- sviluppare applicazioni per reti di calcolatori e architetture distribuite;
- eseguire test e collaudo di applicazioni informatiche;
- redigere documentazione tecnica;

Si evidenzia come le funzioni qui individuate siano identificate correttamente dalle professioni
ISTAT del gruppi 2.1.1.x.x e 3.1.2.x.x elencate in seguito.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte sono richieste conoscenze, capacità e abilità in ambito informatico, tra cui:
- l'utilizzo delle tecniche di ingegneria del software per il progetto di applicazioni;
- l'utilizzo dei principali linguaggi e ambienti di programmazione;

Il CdS permette di personalizzare il proprio piano di studi e di maturare ulteriori competenze specifiche in:
- strumenti e applicazioni per l'elaborazione di immagini;
- sviluppo di applicazioni per piattaforme mobili;
- sistemi embedded;
- algoritmi numerici per la soluzione di problemi reali;
- applicazioni di computer grafica;
- applicazioni per la ricerca operativa e la logistica;

Oltre a capacità di auto-apprendimento e di aggiornamento continuo, sono richieste infine adeguate competenze trasversali di tipo comunicativo-relazionale, organizzativo-gestionale e di pianificazione.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
I principali sbocchi occupazionali sono:
- Esperto di architetture software;
- Analista di procedure informatiche;
- Progettista di software applicativo;

Tali sbocchi potranno essere esercitati principalmente presso:
- Aziende di sviluppo software;
- Aziende del settore ICT;
- Aziende del settore manifatturiero che utilizzano sistemi ICT a supporto della produzione;
- Centri di elaborazione dati di aziende;
- Settore ricerca e sviluppo di aziende legate al settore ICT;
- Università ed enti pubblici e privati.


PROFILO PROFESSIONALE:
Amministratore di Sistemi Informatici

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
L'Amministratore di sistemi informatici installa, configura e gestisce software di base e d'ambiente e in particolare: sistemi operativi, sistemi e gestione di basi di dati, sistemi web. Sebbene la sua specializzazione prevalente sia nell'ambito del software, conosce e gestisce apparati hardware e reti. La sua collocazione naturale è in aziende del settore ICT che producono software e applicazioni e in aziende dotate di un centro elaborazione dati interno, ma più in generale trova collocazione ideale in tutte le aziende che devono gestire dati attraverso strumenti/procedure di tipo informatico.
La figura professionale in oggetto si occupa di:
-installare, configurare e amministrare sistemi di gestione di database;
- amministrare sistemi operativi, web server e application server;
- gestire e configurare server fisici e server virtuali;
- gestire la sicurezza di sistemi informatici;
- realizzare e gestire infrastrutture di elaborazione e comunicazione;
- configurare e gestire apparati e protocolli di rete;
- eseguire test e collaudo di applicazioni informatiche;
- redigere documentazione tecnica;

Si evidenzia come le funzioni qui individuate siano identificate correttamente dalle professioni
ISTAT del gruppi 2.1.1.x.x e 3.1.2.x.x elencate in seguito.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte sono richieste specifiche conoscenze, capacità e abilità di tipo specialistico in ambito tecnico-scientifico. Può essere necessaria una maggiore specializzazione e capacità di approfondimento in uno o più settori di professionalizzazione. Oltre a capacità di auto-apprendimento e di aggiornamento continuo, sono richieste adeguate competenze trasversali di tipo comunicativo-relazionale, organizzativo-gestionale e di programmazione, in accordo con il livello di autonomia e responsabilità assegnato, con le modalità organizzative e di lavoro adottate e con i principali interlocutori (colleghi, altri professionisti e clienti pubblici e/o privati).

Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte sono richieste conoscenze, capacità e abilità in ambito informatico, tra cui:
- l'utilizzo dei principali linguaggi e ambienti di programmazione;
- la conoscenza approfondita dei sistemi operativi e delle applicazioni client-server;
- l'utilizzo delle piattaforme di virtualizzazione;

Il CdS permette di personalizzare il proprio piano di studi e di maturare competenze specifiche in:
- interfacce e protocolli di comunicazione;
- componenti e sistemi elettronici programmabili ad elevato livello di integrazione;

Oltre a capacità di auto-apprendimento e di aggiornamento continuo, sono richieste infine adeguate competenze trasversali di tipo comunicativo-relazionale, organizzativo-gestionale e di pianificazione.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
I principali sbocchi occupazionali sono:
- Gestore di sistemi operativi;
- Gestore di reti informatiche;
- Progettista e gestore di infrastrutture Web;
- Amministratore di database;

Tali sbocchi potranno essere esercitati principalmente presso:
- Aziende di sviluppo software;
- Aziende del settore ICT;
- Aziende del settore manifatturiero;
- Centri di elaborazione dati di aziende;
- Settore ricerca e sviluppo di aziende legate al settore ICT;
- Università ed enti pubblici e privati.


Parere delle parti sociali


ORGANO O SOGGETTO ACCADEMICO CHE EFFETTUA LA CONSULTAZIONE
Coordinatore del CdS (prof. Davide Maltoni) in collaborazione con il gruppo di gestione AQ del CdS (prof. Matteo Golfarelli e prof. Gabriele D'Angelo) e con il prof. Marco Antonio Boschetti (docente del CdS).
Le attività sono inoltre svolte in collaborazione con il CdS in Ingegneria e Scienze Informatiche di Cesena - Laurea Magistrale (coordinatore prof. Antonio Natali).
Consultazione effettuata in occasione dell'istituzione del CdS (25/11/2011)
Dal coordinatore del Corso di Studio in Scienze e Tecnologie Informatiche di Cesena (prof. Luciano Margara) in collaborazione con il coordinatore del CdS in Ingegneria Informatica di Cesena (Prof. Andrea Omicini). I suddetti corsi di Studio possono essere considerati i "genitori" del CdS in oggetto: Ingegneria e Scienze Informatiche.


ORGANIZZAZIONI CONSULTATE O DIRETTAMENTE O TRAMITE DOCUMENTI E STUDI DI SETTORE
Collaborazioni continuative in corso con:
- Camera di Commercio di Forlì-Cesena
- Associazioni di categoria (Unindustria Forlì-Cesena, Confartigianato, CNA, ...)
- Enti di sostegno (Serinar, Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena)
- Aziende informatiche del territorio (tra cui Onit Group srl, Gruppo Sistema spa, RTS srl, Spot Software srl, Vem Sistemi srl.)
- Aziende informatiche di grandi dimensioni con sede in Italia o all'estero (tra cui Adecco spa, Capgemini)


MODALITA' E CADENZA DI STUDI E CONSULTAZIONI
Il CdS collabora in modo continuativo con gli enti/aziende sopra indicati al fine di:
- organizzare annualmente un Career Day nella sede di Cesena dove le Aziende del settore ICT incontrano studenti e laureati (l'ultimo evento si è tenuto il 9/05/2013).
- organizzare seminari (e cicli di seminari) tenuti da rappresentanti del mondo aziendale all'interno di corsi del CdS su tematiche legate alla gestione aziendale, al ciclo di vita di prodotti informatici e ai nuovi trend tecnologici in ambito ICT;
- favorire tirocini e tesi in azienda
Le esperienze fatte fino ad ora mostrano un elevato gradimento di queste iniziative da parte degli studenti.

Si sta attualmente organizzando una nuova consultazione, in collaborazione con la Camera di Commercio di Forli-Cesena e alcune associazioni di categoria. L'ultimo incontro si è tenuto in data 22 novembre 2013.
La consultazione sarà suddivisa in due fasi:
1) Nella prima fase si censiranno tutte le aziende del territorio romagnolo per capire quante e quali aziende sono legate al settore ICT e in particolare all'informatica; si tratta di un'operazione sistematica (abbastanza) complessa che dovrebbe fornire un quadro completo del tessuto aziendale di riferimento per questo CdS.
2) Nella seconda fase le aziende selezionale saranno direttamente coinvolte (anche attraverso la compilazione di un questionario) con l'obiettivo di comprendere:
- il tipo di profilo professionale richiesto
- la rispondenza dei profili professionali formati dal nostro CdS con le esigenze delle Aziende (quest'ultimo punto sarà in realtà riferito ai laureati dei corsi "genitori", visto che i primi laureati del CdS in oggetto sono attesi al termine dell'a.a. 2014-2015).


DOCUMENTAZIONE
La maggior parte delle consultazioni è effettuata attraverso questionari.
I documenti prodotti e gli esiti dei questionari sono conservati presso la segreteria didattica del CdS, a Cesena in via Sacchi 3.

Contatti e recapiti utili

Responsabile orientamento

Prof.ssa Annnalisa Franco e-mail: annalisa.franco@unibo.it

Tutor del Corso di Studio

Lisa Mazzini