Laurea Magistrale in Bioinformatics

Scheda del corso

Tipo di laurea Laurea Magistrale
Anno Accademico 2017/2018
Ordinamento D.M. 270
Codice 8020
Classe di corso LM-6 - BIOLOGIA
Anni Attivi I e II anno
Modalità di erogazione della didattica Convenzionale
Tipo di accesso Prova di verifica dell’adeguatezza della preparazione​
Curricula

 

Sede didattica Bologna
Tipologia di corso Titolo multiplo
Atenei Convenzionati UNIVERSITAT POMPEU FABRA , UNIVERSITAT DE BARCELONA
Tipologia Corso interamente internazionale
Coordinatore del corso Pier Luigi Martelli
Docenti Elenco dei docenti
Lingua Inglese

Requisiti di accesso e verifica delle conoscenze/preparazione

Requisiti per l'accesso al corso
Per l'accesso al corso di laurea magistrale in Bioinformatics sono richieste conoscenze di base di:
• Matematica
• Fisica
• Informatica
• Chimica
• Biologia/Biotecnologia/Biomedicina
Per l'accesso al corso di laurea magistrale è altresì richiesta la Laurea o altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo:
ex D.M. 270: Qualsiasi laurea di primo livello
ex. D.M. 509/99: Qualsiasi laurea di primo livello
Previgente ordinamento quadriennale: Qualsiasi laurea.
L'ammissione al Corso di laurea magistrale è consentita soltanto a coloro che dimostreranno di possedere le conoscenze e competenze richieste valutate da una apposita Commissione tramite l'analisi del curriculum e lo svolgimento di un colloquio secondo le modalità, i criteri e le procedure fissate dal Consiglio di corso di studio e rese note tramite pubblicazione sul portale di Ateneo.
L'ammissione al corso di laurea magistrale è in ogni caso subordinata all'accertamento dell'adeguata preparazione personale che verrà effettuata attraverso l'analisi del curriculum al quale potrà seguire un colloquio secondo le modalità, i criteri e le procedure fissate dal Consiglio di corso di studio e rese note tramite pubblicazione sul portale di Ateneo.
Il corso di Laurea Magistrale potrà prevedere per gli studenti internazionali un'apposita sessione e la nomina di una commissione per la verifica dell'adeguatezza della personale preparazione, compatibilmente con le tempistiche previste dal bando per l'assegnazione delle borse di studio (la cui scadenza è prevista indicativamente nel mese di maggio).
Gli studenti internazionali, che abbiano ottenuto una valutazione positiva nella verifica di cui al punto precedente, sono esonerati dalla successiva prova di verifica dell'adeguatezza della personale preparazione prevista per la generalità degli studenti.

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

La laurea magistrale in Bioinformatica è volta alla formazione di un'esperienza adatta a settori specifici della Biologia, Biotecnologia e Medicina che nelle loro attività di ricerca e/o applicazione necessitano sia di informazioni contenute nelle banche dati di tipo biomedico che di metodi già esistenti o da sviluppare per l'analisi di sequenze. Oggi la ricerca biomedica e biologica necessita continuamente per il suo sviluppo e la sua programmazione di personale con una esperienza interdisciplinare in grado di trarre informazione dalle banche dati esistenti, ma anche di contribuire al loro sviluppo e crescita, al fine di salvaguardare e tramandare un patrimonio unico di informazioni a livello molecolare della nostra specie e di altre. Le applicazioni della Bioinformatica sono disparate ed includono vari settori come risulta dall'insieme di laboratori che danno la loro disponibilità per la formazione di personale nelle diverse discipline. La laurea magistrale in Bioinformatica fornisce pertanto le basi per un utilizzo degli strumenti informatici e bioinformatici necessari allo svolgimento di una ricerca o tesi in uno dei laboratori individuati presso l'Università di Bologna, dove la Bioinformatica è essenziale per le attività di ricerca.
E' possibile suddividere il corso di studi in una parte in cui si acquisiranno le basi di informatica, della programmazione, della biologia molecolare e della bioinformatica in generale, tutti volti allo sviluppo e realizzazione del progetto di tesi finale, una seconda parte altamente specializzata, in cui saranno forniti gli strumenti per comprendere e operare in campi in cui la bioinformatica è entrata a far parte in maniera massiva quali la genomica applicata, l'antropologia molecolare, la filogenetica, la proteomica e il next generation sequencing.
Le aree di apprendimento per la laurea magistrale in bioinformatics sono pertanto suddivisibili in:
- Biologia a livello molecolare ed informatica di base: la capacità di focalizzare il problema in termini biologici e poterlo risolvere con l'ausilio del supporto informatico. Oltre ai concetti di biologia ed informatica classica sono recuperati i concetti di matematica e statistica necessari per comprendere gli strumenti della bioinformatica avanzata.
- Programmazione: Particolare importanza viene posta nella capacità di rendersi autonomi tramite lo sviluppo di tools grazie ad acquisizione di linguaggi di programmazione e ottimizzazione nell'utilizzo degli stessi.
- Bioinformatica avanzata: Capacità di applicazione degli strumenti avanzati della bioinformatica.
- Bioinformatica applicata: Capacità di problem solving tramite l'applicazione delle conoscenze e degli strumenti bioinformatici ai problemi della moderna biologia.

Le capacità di applicare le conoscenze sono acquisite attraverso esperienze maturate nei laboratori didattici e durante la preparazione della tesi di laurea in laboratori di ricerca nazionali ed internazionali. Le sopraelencate capacità sono verificate mediante relazioni scritte connesse alle esperienze di laboratorio ed orali ed alla preparazione e discussione della prova finale.

Risultati di apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: BIOLOGIA MOLECOLARE ED INFORMATICA DI BASE
Il laureato magistrale:

- possiede una buona conoscenza dei principali strumenti matematici, statistici, informatici, fisici e chimici;
- possiede una buona formazione biologica di base e delle sue applicazioni, con particolare riguardo all'ambito molecolare;
-conosce i processi biologici a livello molecolare.

AREA DI APPRENDIMENTO: PROGRAMMAZIONE
Il laureato magistrale:

- ha padronanza delle tecniche di programmazione;
- ha padronanza delle metodiche sperimentali nel settore informatico.

AREA DI APPRENDIMENTO: BIOINFORMATICA AVANZATA
Il laureato magistrale:

- possiede buone conoscenze informatiche con particolare riferimento alle reti neurali, l'intelligenza artificiale e il soft computing, la simulazione computazionale, la grafica computazionale, l'interazione utente-elaboratore e i sistemi multimediali.

AREA DI APPRENDIMENTO: BIOINFORMATICA APPLICATA
Il laureato magistrale:

- conosce la genomica funzionale e la biologia moderna dedicate al settore biomedico;
- possiede buone conoscenze di ingegneria genetica a livello proteico e cellulare.


CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: BIOLOGIA MOLECOLARE ED INFORMATICA DI BASE
Il laureato magistrale:
- è in grado di stabilire relazioni tra genotipo e fenotipo, con particolare riferimento alla genomica funzionale e biologia di sistema;
- è in grado di consultare, analizzare e fornire risultati come ad esempio i dati provenienti dai microarrays e dal deep sequencing.

AREA DI APPRENDIMENTO: PROGRAMMAZIONE
Il laureato magistrale:

- sa utilizzare e/o sviluppare tutti gli strumenti informatici necessari alla risoluzione dei problemi di interesse biomedico: linguaggi di programmazione bio-oriented (biopython, bioperl), ottimizzazione di algoritmi e strutture dati.

AREA DI APPRENDIMENTO: BIOINFORMATICA AVANZATA
Il laureato magistrale:

- è in grado di applicare le metodiche di analisi acquisite nel settore della implementazione e gestione di banche dati di tipo biologico;
- è in grado di applicare le metodiche nel settore della analisi di biosequenze, protein modelling e drug design;
- è in grado di applicare il metodo scientifico e di redigere in lingua inglese rapporti tecnico-scientifici sull'attività di ricerca svolta.

AREA DI APPRENDIMENTO: BIOINFORMATICA APPLICATA
Il laureato magistrale:

- sa utilizzare strumenti di analisi per interpretare i dati di genomica, proteomica, interomica, reactomica, metabolomica e systems biology.


AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)

Il laureato magistrale:
- è in grado di formulare giudizi personali su problemi ed applicare tecnologie per la loro soluzione, sviluppare progetti bioinformatici su tali giudizi;
- è capace di formulare riflessioni su importanti questioni legate a temi quali la bioetica, la genetica, la biologia moderna e la medicina personalizzata;
- possiede capacità di analisi e di sintesi dei problemi di carattere biologico;
- è in grado di applicare il metodo scientifico e di riconoscere gli elementi di innovazione in un progetto di ricerca e sviluppo nel campo della biologia e dell'informatica applicata alla biologia;
- è capace di ragionare in modo critico e di valutare i risultati della ricerca per razionalizzarli in un modello interpretativo;
- è in grado di lavorare in modo autonomo nell'esecuzione dei protocolli sperimentali su problemi di natura biologica;
- possiede capacità di problem solving.

L'autonomia di giudizio è stimolata nello studente dall’interazione con i docenti, mediante la lettura critica di articoli e reviews ed attraverso la preparazione del progetto che discute nella prova finale. La valutazione dell'autonomia di giudizio è effettuata attraverso attività seminariali, journal club, un colloquio che valuta le abilità acquisite durante il percorso formativo ed infine con la discussione del lavoro di tesi.


ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)

Il laureato magistrale:
- possiede capacità relazionali e di comunicazione (capacità di comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni) che gli permettono di lavorare anche in contesti internazionali;
- ha un'ottima padronanza della lingua inglese (almeno equivalente a un B2) ed è in grado di affrontare con successo una conversazione tecnica su argomenti in ambito bioinformatico;
- ha propensione al lavoro di gruppo e sa interagire con soggetti e professionalità diverse dalla sua.

Le abilità comunicative sono coltivate e verificate attraverso le attività seminariali, durante la preparazione della tesi di laurea con presentazione periodiche al relatore del lavoro di ricerca svolto e dei risultati ottenuti, mediante un colloquio prima della prova finale, nonché con la presentazione e discussione della prova finale.



CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)

Il laureato magistrale:
- è in grado di continuare a studiare in modo autonomo al fine di adeguarsi ai rapidi cambiamenti tecnologici nel settore della bioinformatica;
- sviluppa uno standard di apprendimento tale da consentire una piena autonomia per svolgere il dottorato di ricerca o un master universitario di II livello;
- è capace di lavorare in modo autonomo.

La capacità di apprendimento viene conseguita dallo studente nel percorso di studi nel suo complesso ed in particolar modo attraverso lo studio individuale, mediante la stesura di progetti individuali, la correzione da parte del tutor degli elaborati stessi e dallo svolgimento del lavoro di tesi.

La capacità di apprendimento viene valutata attraverso forme di verifica continue, con riguardo particolare all'abilità di rispettare le scadenze, all'impegno nella presentazione di dati reperiti autonomamente e alla progettualità dimostrata durante l'elaborazione della prova finale.

Insegnamenti

Gli insegnamenti sono articolati a seconda del curriculum scelto

Curricula dettagliati

Mobilità internazionale

Per periodi di formazione all'estero e mobilità internazionale degli studenti il Corso di Studio si avvale della collaborazione dell'Unità di Servizio Didattico (USD) dell'Area Scientifica e dei referenti di vari progetti Erasmus della Scuola stessa:
Servizio mobilità studentesca internazionale

Prova finale

Modalità di svolgimento della prova finale
La prova finale consiste in un elaborato di ricerca originale, di natura sperimentale o teorica, su un tema specifico, scritto dal laureando e basato sull'esperienza acquisita e le attività svolte durante l’intero periodo dedicato alla preparazione della tesi.
La prova finale è tesa inoltre a verificare la capacità di lavorare in modo autonomo, nonché di esporre e discutere con chiarezza e piena padronanza i risultati.

Accesso a ulteriori studi

Dà accesso agli studi di terzo ciclo (Dottorato di ricerca e Scuola di Specializzazione) e master universitario di secondo livello.

Sbocchi occupazionali

PROFILO PROFESSIONALE:
BIOINFORMATICO

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Il ruolo del Bioinformatico è quello di applicare le tecniche e le tecnologie informatiche al campo della biologia, biotecnologia e medicina, per analizzare e descrivere sistemi biologici molto complessi, oppure per vagliare grandi quantità di dati in poco tempo o ancora per sviluppare nuovi metodi per l'analisi dei dati nei settori indicati.

La figura professionale del Bioinformatica può svolgere le seguenti funzioni:
- gestisce ed implementa banche dati di tipo biologico;
- gestisce ed analizza DNA genomico umano, tenendo conto della riservatezza del dato, RNA e proteine a fini dignostici;
- gestisce servizi negli ambiti connessi con le biotecnologie industriali, come nei laboratori di analisi di certificazione e di controllo biologico, nei servizi di monitoraggio ambientale, nelle strutture del servizio sanitario nazionale;
- gestisce e progetta tecnologie innovative nel campo della informatica applicata alla medicina e biologia (creazione e gestione di banche dati di tipo medico e biologico, accesso alle banche dati, ricerca in banche dati);
- applica le metodiche bioinformatiche in svariati settori della biologia e medicina a livello molecolare.
- promuove e sviluppa l'innovazione scientifica e tecnologica sia negli enti di ricerca che nel contesto industriale;
- effettua consulenze per enti ospedalieri, industrie biotecnologiche ed aziende farmaceutiche.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni descritte al Bioinformatico sono richieste le seguenti competenze e abilità:
-è in grado di consultare banche dati di tipo biologico pubbliche e private e di svilupparle in house quando necessario;
-stabilisce correlazioni tra geni e malattie e contribuisce allo sviluppo di modelli per la comprensione della relazione tra genotipo e fenotipo;
-è in grado di gestire ed analizzare i dati di centri diagnostici che utilizzano screening molecolari;
- partecipa alla pianificazione di progetti in ambito medico sanitario, biotecnologico e biologico;
- è in grado di sviluppare software specifico per la caratterizzazione di sistemi complessi di tipo biologico;
- è in grado di sviluppare soluzioni personalizzate per problemi specifici in biologia molecolare e sistemica.
- è in grado di collaborare e condividere risultati e informazioni con altre figure professionali come il biologo o l'informatico;
- ha propensione al lavoro di gruppo, capacità di lavorare per obiettivi, buone doti di comunicazione;
- ha buona attitudine a lavorare in un contesto internazionale e a relazionarsi con persone di diversa provenienza culturale.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
I possibili sbocchi professionali del Bioinformatico sono presso:
- Centri di calcolo
- Laboratori operanti nel campo biomedico, biotecnologico, biofarmaceutico, biologico-molecolare, medicina personalizzata, agroalimentare, farmacologico, ambientale e bio-nanotecnologico
- Enti ospedalieri
- Industrie agro-alimentari
- Industrie farmaceutiche
- Industrie chimiche
- Istituti pubblici e privati ed enti di ricerca.


Parere delle parti sociali

Per visionare le consultazioni con le parti sociali che il Corso di Studio ha effettuato dall' a.a. di prima istituzione sino ad oggi, si rimanda alla lettura dei rispettivi quadri nelle schede complete SUA-CdS, pubblicate sul sito Universitaly ( http://www.universitaly.it/)



Ulteriori informazioni

Contatti e recapiti utili

Coordinatore del Corso di Laurea Magistrale: prof. Pier Luigi Martelli

e-mail: lsbioinfo@biocomp.unibo.it

e-mail: scienze.bioinformatics@unibo.it

Attivazione tirocini
scienze.tirocini@unibo.it


Mobilità internazionale

scienze.mobint@unibo.it