58273 - TECNICHE DI ANALISI DATI ASTRONOMICI

Scheda insegnamento

  • Docente Paola Focardi

  • Crediti formativi 6

  • SSD FIS/05

  • Modalità di erogazione In presenza (Convenzionale)

  • Lingua di insegnamento Italiano

Anno Accademico 2017/2018

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente e’ in grado di analizzare dati fotometrici e spettroscopici per mezzo di pacchetti sofware utilizzati in astronomia. Possiede inoltre alcune nozioni fondamentali inerenti le tecniche di acquisizione dei dati astronomici in funzione della grandezza che si intende misurare e della qualita’ della misura che si intende ottenere.

Programma/Contenuti

Fondamenti di fotometria: definizione di magnitudine (apparente e assoluta), sistemi fotometrici, indice di colore,assorbimento atmosferico.

Il CCD. Il problema del campionamento.

La riduzione standard di immagini CCD.

La misura della magnitudine su immagini CCD. La calibrazione fotometrica. Gli errori sulla misura e sulla calibrazione.

Estrazione di spettri (monodimensionali) da immagini CCD. Calibrazione in lunghezza d'onda e calibrazione spettrofotometrica. L'effetto dell'assorbimento atmosferico sugli spettri.

Le trasformate di Fourier applicate alle immagini CCD.

Testi/Bibliografia

Howell S.B.: Handbook of CCD Astronomy, Cambridge Uni. Press.

Il contenuto di tutte le lezioni (ordinato per data) è disponibile sulla home page personale della docente (http://137.204.68.26/paola/didattica/AA2017-2018/tada/)

Metodi didattici

Il corso si sviluppa su una serie di lezioni  in cui la parte frontale e' ridotta al minimo per lasciare spazio  all'esemplificazione pratica
dei concetti trattati attraverso una varieta'  di  problemi che vengono  proposti e risolti insieme agli studenti.

E' prevista inoltre una parte totalmente "pratica" fondata sull'utilizzo di alcune parti di IRAF (Image Reduction and Analysis Facility). IRAF e'  il software con cui gli astronomi professionisti  riducono ed  analizzano (da almeno trent'anni)  dati astronomici di qualsiasi tipo acquisiti con telescopi e strumenti situati sia sulla Terra che nello spazio. Oltre ad apprendere i "rudimenti" di IRAF gli studenti utilizzeranno alcune "task" del software per svolgere esercitazioni pratiche inerenti gli argomenti trattati (es. riduzione standard di un immagine CCD, estrazione di spettri monidimensionali da immagini, misura della magnitudine di apertura, ecc.)

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame è orale e ha una durata di 40-60 minuti. Lo studente puo' portare un argomento a scelta su cui verte all'incirca metà dell'esame che prevede domande e/o richieste di chiarimenti su quello specifico argomento.  La restante parte dell'esame consiste di 1 o 2 domande e/o esercizi inerenti gli argomenti svolti a lezione

Strumenti a supporto della didattica

Video proiettore e PC.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Paola Focardi