28382 - FISICA MATEMATICA 3

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2017/2018

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso, lo studente ha le conoscenze fondamentali sul moto dei sistemi meccanici nel quadro analitico più generale. Sa usare le conscenze acquisite per risolvere problemi pratici e teorici posti dalla fisica e dall'ingegneria. Possiede abilità di apprendimento ed un elevato standard di conoscenza e competenza, tale da premettere l'accesso alle lezioni e ai programmi dei corsi di laurea di secondo livello.

Programma/Contenuti

-Meccanica Lagrangiana: Principio di Hamilton; Equazioni di Eulero-Lagrange; Coordinate cicliche; Principio di d'Alembert; Teorema di Noether.
-Formalismo Hamiltoniano: Trasformata di Legendre; Equazioni di Hamilton; Flusso Hamiltoniano; Trasformazioni canoniche; Funzioni generatrici; Teorema di Liouville; Sistemi integrabili; Metodo di Hamilton-Jacobi stazionario.

Testi/Bibliografia

-V. Arnold: Metodi matematici della meccanica classica (Editori Riuniti)
-D. Graffi: Elementi di meccanica razionale (Patron Editore)
-G. Gallavotti: Meccanica elementare (Boringhieri)

Metodi didattici

Lezioni in aula e esercitazioni

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame di fine corso mira a valutare il raggiungimento degli obiettivi didattici:
- Conoscere i modi per risolvere problemi pratici e teorici posti dalla fisica e dall'ingegneria;
- Possedere un'elevato standard di conoscenza e competenza nell'ambito della meccanica analitica.
Il voto finale del Corso viene definito, mediante una prova orale, su quesiti specifici su argomenti inerenti i prinicipali obiettivi del Corso.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di André Georges Martinez