31631 - METODOLOGIE SPERIMENTALI IN FISICA E ASTROFISICA DELLE PARTICELLE

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2017/2018

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso, lo studente possiede conoscenze avanzate sulle più moderne metodologie e tecnologie sperimentali implementate nelle principali ricerche in fisica e astrofisica delle particelle. In particolare, lo studente è in grado di: - descrivere l'importanza di tali ricerche dal punto di vista fenomenologico; - fornire una descrizione aggiornata dei più avanzati rivelatori di particelle, in termini di principi operativi e prestazioni, in relazione alla loro effettiva utilizzazione in recenti, attuali e futuri esperimenti di fisica nucleare e subnucleare, con e senza acceleratori, e di astrofisica particellare; - illustrare le ricadute indotte in vari settori applicativi di numerose metodologie e tecnologie innovative sviluppate nel settore sperimentale della fisica nucleare e subnucleare.

Programma/Contenuti

- Gli esperimenti ai collisionatori futuri: la fisica, i problemi sperimentali, i rivelatori, il calcolo.
Esempi di esperimenti.

Esempi di elettronica utilizzata negli esperimenti più recenti.
 
- Gli esperimenti in corso e futuri nel campo della Fisica delle Astroparticelle: nello spazio, sulla e sotto terra, sott'acqua.
La Fisica, i rivelatori.

Testi/Bibliografia

Appunti di lezione, slides, articoli su riviste internazionali.

Metodi didattici

Le lezioni frontali integrate da attività seminariale e pratica di laboratorio.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Esame orale, brevi elaborati su argomenti trattati a lezione.

Strumenti a supporto della didattica

Le lezioni saranno integrate da attività seminariale e da dimostrazioni di strumentazione elettronica in laboratorio di ricerca.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Gabriella Sartorelli

Consulta il sito web di Marco Selvi

Consulta il sito web di Pietro Antonioli

Consulta il sito web di Francesco Luigi Navarria