36564 - L'INSEGNAMENTO DELLA FISICA: ASPETTI TEORICI E ASPETTI SPERIMENTALI

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2017/2018

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso, lo studente che intende dedicarsi all'educazione formale e informale in ambito scientifico possiede gli strumenti concettuali/culturali/professionali per una riflessione sulle conoscenze di fisica di base e sui processi di insegnamento/apprendimento, finalizzata alla progettazione di percorsi di insegnamento dalla scuola dell'obbligo fino alla scuola secondaria superiore.

Programma/Contenuti

Il corso è diviso in due moduli uno a carattere teorico e uno a carattere sperimentale.

IL primo modulo verterà su temi di meccanica, ottica, calorimetria e modelli di interazione radiazione-materia per l’interpretazione dell’effetto serra e, su questi temi disciplinari, si introdurranno e svilupperanno conoscenze e competenze su:

  • La didattica della fisica come campo di ricerca: la sua storia, i suoi metodi e suoi problemi aperti;
  • La ricerca sulle difficoltà degli studenti: analisi e discussione di dati (interviste, discussioni, questionari) e di risultati di ricerca in didattica della fisica;
  • Il ruolo della storia e dell’epistemologia nell’insegnamento/apprendimento della fisica;
  • Significato e ruolo dei modelli e dei processi di modellizzazione in fisica e nel suo insegnamento/apprendimento;
  • Strategie e metodologie didattiche (lezioni dialogate, peer-to-peer, tutorial, co-progettazione, cooperative learning,..)

Durante il modulo si condurranno analisi di testi di varia natura (capitoli di libri di testo, articoli di ricerca, saggi di critica storico-epistemologica) per familiarizzare con i diversi piani del discorso in didattica della fisica: concettuale/disciplinare, cognitivo, epistemologico, di pratica didattica.

Nel secondo modulo, di carattere sperimentale, gli studenti sono guidati a:

  • realizzare esperimenti di fisica a carattere didattico relativi ad argomenti di fisica classica;
  • analizzare criticamente attività di laboratorio contestualizzate nell'ambito di percorsi didattici

Testi/Bibliografia

Durante il corso viene fornito materiale didattico tramite una cartella condivisa dropbox. Il materiale sarà reperibile anche tramite username e password presso AMS Campus - AlmaDL - Università di Bologna.

Il materiale consiste in slide/presentazioni, articoli di ricerca, materiale di lavoro (tutorial, schede per lavori di gruppo, questionari di ricerca, protocolli di studenti,…).

Per l’approfondimento dei temi del corso, si consiglia la consultazione dei seguenti testi (messi anche a disposizione dal docente):

Gagliardi M., Giordano E. (2014), Metodi e strumenti per l'insegnamento e l'apprendimento della fisica, EdiSES.

Besson U. (2015), Didattica della fisica, Carocci.

Vicentini M., Mayer M. (a cura di) (1999). Didattica della Fisica, Loescher Editore.

Grimellini Tomasini N., Segré G. (a cura di) (1991). Conoscenze scientifiche: le rappresentazioni mentali degli studenti, La Nuova Italia, Firenze.

Per il modulo sperimentale si consiglia di consultare i seguenti siti:

www.lepla.org   per quanto riguarda suggerimenti di esperimenti didattici con uso di moderne tecnologie di acquisizione dati

https://phet.colorado.edu/it/simulations/category/physics    per una panoramica sulle simulazioni interattive riguardanti argomenti di fisica


Metodi didattici

Il corso è costruito per mostrare in azione un’ampia varietà di metodologie didattiche.

Nel modulo teorico gli studenti faranno esperienza diretta di: lezione dialogata (vs. lezione frontale), attività di microteaching, co-progettazione, valutazione peer-to-peer, lavoro di gruppo con supporto di un tutorial.

Le lezioni di laboratorio, la cui frequenza è obbligatoria, prevedono l'esecuzione, la presentazione e la discussione dei risultati di esperimenti a carattere didattico per l'insegnamento della fisica a livello di scuola secondaria nonché la discussione in piccoli gruppi di articoli di ricerca in didattica della fisica a scelta fra quelli suggeriti dal docente.


Modalità di verifica dell'apprendimento

L' esame finale si svolgerà oralmente; ciascuno studente dovrà discutere con la commissione su alcuni argomenti trattati a lezione, a partire dalla lettura critica di materiali e articoli di ricerca didattica forniti durante il corso.
Nella prova finale verranno valutate le seguenti conoscenze e competenze:

  • le conoscenze disciplinari e di didattica disciplinare acquisite durante il corso e costruite a partire dalla lettura dei materiali forniti;
  • la capacità di analizzare criticamente il contenuto di un articolo a carattere didattico;
  • la capacità di discutere criticamente strumenti, metodi e risultati di lavori di ricerca didattica;
  • la capacità di muoversi sui diversi piani in cui si articola un discorso tipico delle didattiche disciplinari (piano disciplinare, cognitivo, epistemologico, didattico);
  • la capacità di discutere le implicazioni che tali risultati possono avere nella progettazione di interventi didattici in fisica.

Strumenti a supporto della didattica

Materiale didattico: il materiale didattico presentato a lezione verrà messo a disposizione dello studente in formato elettronico tramite internet nel sito http://campus.unibo.it/
Username e password sono riservati a studenti iscritti all'Università di Bologna.
Attrezzature sperimentali: per l'attività di laboratorio saranno messe a disposizione le attrezzature necessarie a condurre gli esperimenti e ad elaborarne i risultati.
Attrezzature per riproduzione audio e video: è prevista la presentazione di materiale multimediale di diverso tipo (applet didattici, filmati, materiale relativo a sperimentazione di percorsi didattici in classi di scuola secondaria, ..)


Link ad altre eventuali informazioni

https://campus.unibo.it/

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Barbara Pecori

Consulta il sito web di Olivia Levrini