44263 - CONSERVAZIONE BIOLOGICA

Scheda insegnamento

  • Docente Alessandro Chiarucci

  • Crediti formativi 6

  • SSD BIO/03

  • Modalità di erogazione In presenza (Convenzionale)

  • Lingua di insegnamento Italiano

Anno Accademico 2017/2018

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso, lo studente possiede le conoscenze di base sulla diversità biologica e sulle loro possibili applicazioni alla conservazione. Possiede conoscenze di base sui diversi livelli della biodiversità, sui principali metodi di studio e sull'uso di tali conoscenze alla conservazione della biodiversità. In particolare, lo studente è in grado di scegliere: - i metodi utili all'analisi della biodiversità in popolazioni e comunità biologiche; - i metodi utili alla valutazione della qualità ambientale mediante indicatori di biodiversità.

Programma/Contenuti

Diversità biologica e suoi livelli di organizzazione. Individui, specie e comunità come strutture organizzative della diversità biologica. Metodi di quantificazione della diversità. Ricchezza di specie, diversità ed equiripartizione. Indici per la misura della diversità (Shannon, Pielou, Renyi). Le minacce alla diversità biologica e lo sviluppo della biologia della conservazione. Minacce alla diversità biologica nel mondo e in Italia. Il perché della conservazione biologica. La conservazione a livello di specie. La conservazione a livello di comunità ed ecosistemi. Le strategie internazionali di conservazione della diversità biologica. Le aree protette e gli altri approcci per la conservazione. Casi studio nazionali e internazionali.

Testi/Bibliografia

Primack R.B., Boitani L., 2013. Biologia della Conservazione. Zanichelli, Bologna.

Metodi didattici

Lezioni frontali, gruppi di discussione, analisi di casi studio.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Esame scritto con domande aperte per il primo appello, esame orale per gli altri appelli.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Alessandro Chiarucci