28238 - GESTIONE INTEGRATA DELLE ZONE COSTIERE

Scheda insegnamento

  • Docente Rossella Capozzi

  • Crediti formativi 6

  • SSD GEO/02

  • Modalità di erogazione In presenza (Convenzionale)

  • Lingua di insegnamento Italiano

  • Orario delle lezioni dal 15/11/2017 al 14/02/2018

Anno Accademico 2017/2018

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente possiede una conoscenza dei principali processi coinvolti nella morfodinamica delle coste e delle piattaforme e delle problematiche interdisciplinari connesse alla gestione della fascia costiera. E' in grado di applicare gli strumenti logici e gli approcci, sia normativi sia tecnico-tecnologici, indispensabili per procedere nell'analisi e gestione integrata delle zone costiere.

Programma/Contenuti

La conoscenza delle problematiche interdisciplinari connesse alla gestione della fascia costiera comprende le relazioni tra ambienti di mare basso e loro evoluzione nel tempo e nello spazio. Vengono descritti i principali fattori e processi coinvolti nella morfodinamica delle coste e delle piattaforme silicoclastiche e carbonatiche. Elementi di geomorfologia costiera e morfodinamica litorale. Variazioni del livello del mare quaternarie e recenti: risposta dei sistemi costieri.Evoluzione a lungo termine dei sistemi costieri e di piattaforma attraverso lo studio stratigrafico-sequenziale.Evoluzione delle coste a breve termine: cambiamenti ciclici e progressivi. Introduzione alle principali modalità richieste oggi dalla Gestione Integrata delle Zone Costiere ( ICZM) ed in grado di gestire e sviluppare tali zone in modo sostenibile, comprendendo le basilari condizioni attraverso cui l'ambiente naturale e le attività umane si correlano per formare un "Eco-sociosystem". Il corso fornisce competenze per lo studio di tessiture e strutture dei sedimenti e analisi granulometriche. Significato sedimentologico delle distribuzioni granulometriche. Caratterizzazione degli ambienti sedimentari marini attraverso lo studio dei processi sedimentari: processi fisici trattivi o selettivi; trasporti in massa; processi chimici (precipitazione, autigenesi) e processi biogenici. Dinamica e chimica del mare in rapporto alla sedimentazione. Fisiografia degli ambienti sedimentari marini. Sedimentazione meccanica, chimica e biogenica negli ambienti di mare basso (spiagge, estuari, lagune, piane tidali, delta) e di piattaforma continentale. Ambienti di scarpata continentale. Ambienti attuali e del passato, variazioni del livello marino registrate nella sedimentazione.

Testi/Bibliografia

Coastal Engineering Manual
EM 1110-2-1100 http://chl.erdc.usace.army.mil/chl.aspx?p=s&a=Publications;8

E. Pranzini. La forma delle coste: Zanichelli, Bologna, 2004.

R.W.G. Carter and C.D. Woodroof. Coastal evolution. Late Quaternary shoreline morphodynamics. Cambridge University Press.

Waves, tides and shallow-water processes

Open University Oceanography Course Team,

ISBN: 978-0-08-036372-1, 1999.

Metodi didattici

Lezioni frontali; esercitazioni di laboratorio.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Esame orale. Le domande riguardano argomenti trattati nel corso e sono volti a valutare il raggiungimento degli obiettivi didattici.

Strumenti a supporto della didattica

Presentazioni Power Point, esercizi di analisi granulometrica, pratiche di GIS,e banche dati pubbliche, Verrà fornito materiale didattico sotto forma di files delle slides di lezioni ed esercitazioni.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Rossella Capozzi