17527 - COMPLEMENTI DI CHIMICA ANALITICA

Scheda insegnamento

  • Docente Barbara Ballarin

  • Crediti formativi 4

  • SSD CHIM/01

  • Modalità di erogazione In presenza (Convenzionale)

  • Lingua di insegnamento Italiano

  • Orario delle lezioni dal 19/02/2018 al 29/05/2018

Anno Accademico 2017/2018

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso, gli studenti hanno familiarità con il problema del campionamento e con i metodi fisici e chimici di trattamento del campione. Inoltre hanno acquisito ulteriori conoscenze sull’applicazione delle tecniche strumentali per la caratterizzazione dei materiali. Sono in grado di risolvere un problema analitico sulla base dei metodi ufficiali di analisi e della letteratura scientifica.

Programma/Contenuti

Campionamento: generalità , definizioni e ruolo nel processo analitico. Piano di campionamento. Campionamento di solidi, di liquidi e di gas. Il campionamento come causa d'incertezza del risultato finale

Tecniche di pre-trattamento del campione. Caratteristiche della solubilizzazione "ideale". Solubilizzazione dei solidi inorganici. Acidi minerali, loro caratteristiche e modalità d'uso. Attacco del campione mediante fusione. Decomposizione di matrici organiche e biologiche. Metodo di Schoninger per l'analisi elementare organica. Decomposizione assistita da microonde.

Tecniche di separazione e preconcentrazione. Estrazione con solvente. Estrazione in Soxhlet. Estrazione di complessi chelati. Principali chelanti e loro proprietà. Efficienza di estrazione.Curve di estrazione. Estrazione con fluidi supercritici. Estrazione in fase solida (SPE). Microestrazione in fase solida  (SPME). Altre tecniche di separazione e preconcentrazione: scambio ionico, volatilizzazione, coprecipitazione, precipitazione e precipitazione elettrolitica.

Tecniche strumentali combinate: Cromatografia-MS Principi ed applicazioni. Spettroelettrochimica

Automazione dei metodi analitici. Analisi per iniezione in flusso: principi, strumentazione e tecniche.

Analisi Applicata

Caratterizzazione analitica di materiali: esempi dalla letteratura corrente e discussione di articoli scientifici.

PREREQUISITI:

Chimica Analitica, Chimica Analitica Strumentale, Fisica

1-Principi ed applicazione delle principali tecniche strumentali

2-Tecniche di calibrazione strumentale

3-Statistica

Testi/Bibliografia

  1. K. A. Rubinson, J.F. Rubinson, Chimica Analitica Strumentale, Zanichelli, Bologna, 2002
  2. D. C. Harris, Chimica Analitica Quantitativa, Zanichelli, Bologna, 2005
  3. Skoog, Leary, Chimica Analitica Strumentale, EdiSES, Napoli.

 

Metodi didattici

Lezioni in aula, integrate da attività esercitazionali sugli argomenti svolti. Si potrebbero svolgere semplici test in laboratorio per una maggiore comprensione degli argomenti svolti in teoria.

 

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame consiste in una prova finale orale (intervista) che ha lo scopo di accertare l'acquisizione delle conoscenze e delle abilita'  previste dal programma del  corso.  

Si privilegera'  la capacita'  dello studente di affrontare in modo critico e metodologico  la risoluzione di un problema analitico. Saranno particolarmente apprezzati il raggiungimento da parte dello studente di una visione organica dei temi affrontati a lezione, congiunta alla loro utilizzazione critica a problemi reali, e la padronanza del linguaggio specifico della materia.

La valutazione della prova finale sara' data con voto in trentesimi

 

 

Strumenti a supporto della didattica

Le attivita'   didattiche si avvalgono di supporti quali proiezioni di trasparenze e videoproiezione. Il materiale didattico viene reso disponibile per gli studenti in formato elettronico via internet.

 

 

 

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Barbara Ballarin