67031 - CHIMICA ANALITICA STRUMENTALE CON LABORATORIO

Scheda insegnamento

  • Docente Mario Berrettoni

  • Crediti formativi 6

  • SSD CHIM/01

  • Modalità di erogazione In presenza (Convenzionale)

  • Lingua di insegnamento Italiano

  • Orario delle lezioni dal 18/09/2017 al 11/12/2017

Anno Accademico 2017/2018

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente conosce e sa utilizzare le principali tecniche analitiche strumentali. Conosce il funzionamento teorico e pratico delle principali apparecchiature analitiche. E’ in grado di programmare e realizzare un’analisi completa e di esprimere il risultato in modo staticamente corretto. Conosce le principali strumentazione analitiche ed è in grado di eseguire un’analisi sulla base della normativa ufficiale. Sarà capace di individuare le metodologie e le tecniche più adeguate alla risoluzione di semplici problemi analitici; riportare la descrizione del proprio lavoro su un quaderno di laboratorio. Sarà inoltre capace di elaborare e presentare risultati sperimentali utilizzando i più opportuni test statistici.

Programma/Contenuti

Parte teorica

Metodi elettrochimici
Spettroscopia atomica e molecolare
Principali tecniche separative
1 gas cromatografia
2 HPLC
3 Cromatografia ionica

Laboratorio:
Esperienze di laboratorio relative alle tecniche trattate nella parte teorica eseguite per gruppi di sudenti

Testi/Bibliografia

D.C. Harris, “Chimica Analitica Quantitativa”, Zanichelli, Bologna,

F. W. Fifield, D. Kealey, “Chimica Analitica teoria e pratica”, Zanichelli, Bologna

Skoog,. West, Holler, Crouch,  “Fondamenti di Chimica Analitica”, EdiSES, Napoli

Elizabeth Prichard, Victoria Barwick,   "Quality Assurance in Analytical Chemistry" John Wiley

C. G. Enke, “The art and science of chemical analysis”Wiley

Metodi didattici

Il corso di Chimica Analitica Strumentale e Laboratorio prevede alcune lezioni teoriche introduttive alle esperienze di laboratorio. E' obbligatorio portare sempre il quaderno di laboratorio (quaderno numerato con fogli inamovibili) che deve essere sempre aggiornato di ogni osservazione utile allo sperimentatore. E' fatto divieto registrare dati su fogli volanti.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Alla fine del corso è previsto un esame orale di tipo non strutturato e consisterà nella soluzione di problemi e nella risposta a quesiti volti a valutare la comprensione degli argomenti trattatial fine di valutare il raggiungimento degli obiettivi prefissati. L'esame è integrato con quello del Corso di  Chimica Analitica (unico voto). la votazione del corso di Chimica Analitica Strumentale avrà un peso del 30%.

La valutazione del corso di laboratorio si baserà:

  1. comportamento tenuto dallo studente (rispetto delle norme di prevenzione degli infortuni, utilizzo dei DPI, corretto uso della vetreria e delle piccole strumentazioni), +/- 0.75 da mediare con Lab di Chimica Analitica
  2. risultati di una o più analisi incognite, +0.5 a prova se il risultato presenta un errore minore del 3%
  3. relazione scitta su una delle esperienze proposte, +/-0.75

La valutazione del laboratorio integrata con quella del laboratorio di Chimica Analitica si somma alla valutazione della teoria.

Strumenti a supporto della didattica

Dispense relative alle esperienze.  Videoproiettore e lavagna durante le lezioni in aula. Testi consigliati. Il materiale didattico è depositato presso il sito http://campus.unibo.it/ e sarà accessibile solo agli studenti che si saranno registrati su un apposita lista di distribuzione fornita dal docente.

 

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Mario Berrettoni