76030 - CHIMICA DELL'AMBIENTE E DEI CAMBIAMENTI CLIMATICI

Scheda insegnamento

  • Docente Laura Tositti

  • Crediti formativi 6

  • SSD CHIM/01

  • Modalità di erogazione In presenza (Convenzionale)

  • Lingua di insegnamento Italiano

  • Orario delle lezioni dal 03/10/2017 al 18/01/2018

Anno Accademico 2017/2018

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso, lo studente possiede il concetto di 'livelli di background' di specie chimiche naturali; sa riconoscere le alterazioni composizionali rilevabili nei vari comparti ambientali a seguito di immissione di sostanze xenobiotiche o di sostanze naturalmente già presenti il cui livello di concentrazione risulta alterato da attività antropiche; comprende il concetto di 'ciclo biogeochimico' che, tenendo conto delle proprietà chimico-fisiche e della reattività di varie classi di sostanza, ne determina il destino ambientale.

Programma/Contenuti

Programma in condivisione (Chimica dell'ambiente e Fotochimica ambientale):

Definizione di inquinante e contaminante - "Chemiodiversità" ambientale - Speciazione chimica - concetto di background  - Terra come reattore biogeochimico - Chimica dell'ambiente naturale e perturbazioni antropogeniche - Struttura verticale dell'atmosfera - Composizione chimica dell'atmosfera : evoluzione composizionale dalle origini del pianeta ad oggi – le variazioni recenti nella composizione atmosferica (trend e periodicità) e le connessioni con le attività antropiche – Sorgenti e pozzi di gas traccia – Tempo di residenza ambientale – Spettro elettromagnetico in entrata ed in uscita dall'atmosfera : filtri fotochimici –  Bilancio energetico del pianeta e gli attuali squilibri – interazione I.R. ed effetto serra; il surriscaldamento globale e le evidenze scientifiche - Il reattore atmosferico: la fotochimica dell'atmosfera naturale e dell'atmosfera contaminata – Produzione, proprietà e ruolo del radicale OH nella chimica diurna: capacità ossidanti dell'atmosfera e sue variazioni temporali – controllo dell'accumulo di CO2 (atmosfera “tossica”) e del CH4 in troposfera (atmosfera surriscaldata) – Chimica atmosferica (diurna e notturna) - Ossidazione fotochimica di SO2, NOx, Idrocarburi - Il particolato atmosferico: caratterizzazione chimica e dimensionale - PM10, PM2.5 ed altre metriche - Ruolo della fotochimica nella produzione del particolato secondario – Good ozone and bad ozone – Ozono stratosferico (ozone depletion – ozone hole)

Sezione di programma per il corso di Chimica ambientale.

 

Cicli biogeochimici integrati (atmosfera/geosfera/idrosfera/biosfera/antroposfera) - destino ambientale delle sostanze chimiche naturali ed antropogeniche - Sink degli inquinanti (dove gli inquinanti si accumulano - relazione tra reattività/proprietà chimico-fisiche delle sostanze e processi ambientali)

Inquinanti tradizionali e attuali (incluse le nanoparticelle)

Requisiti analitici di base per un corretto approccio ambientale

Testi/Bibliografia


  • Air Pollution: Measurement, Modelling and Mitigation, Abhishek Tiwary , Jeremy Colls Routledge, 2010 - 501 pages
  • Review ed articoli da riviste internazionali di settore scelti e forniti dalla docente

Metodi didattici

Lezioni frontali e studio individuale

Modalità di verifica dell'apprendimento

La prova orale consiste nella discussione di un argomento a scelta del candidato tra quelli presenti nel programma del corso. Al termine dell'esposizione vengono posti al candidato 2 ulteriori quesiti, sempre su argomenti del programma del corso al fine di coprire a grandi linee l'intero programma.

Il voto finale riflette la valutazione complessiva dell'esposizione del candidato.

Strumenti a supporto della didattica

Lezioni frontali  basate su serie di files in PowerPoint

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Laura Tositti